Terremoto Centro Italia 24 agosto 2016

earthquake with house

Il terremoto che ha colpito le regioni centrali dell’Italia il 24 agosto 2016 ci ricorda che tutta l’Italia è un paese ad alto rischio sismico (l’epicentro della scossa principale si trovava in una delle zone a maggior rischio, in questa pagina web si può consultare una cartina tematica interattiva che illustra il rischio sismico nei vari Comuni italiani) e ci fa arrabbiare perché, se gli edifici fossero costruiti rispettando criteri antisismici, un terremoto di magnitudo 6.0 non dovrebbe causare danni così gravi (si vedano i seguenti articoli, uno in cui si evidenzia che a Norcia, dove le case sono state messe in sicurezza dopo i terremoti del 1979 e 1997, non ci sono state persone morte o ferite nonostante la vicinanza all’epicentro del sisma e un secondo dove si riflette sulla mancanza, in Italia, di un piano di prevenzione sismica). Continua a leggere

Annunci

Comunicare mediante le immagini: infografiche e cartine tematiche

In molte occasioni, per riassumere grandi quantità di dati e comunicarli in modo immediato ed efficace è conveniente utilizzare fotografie, schemi, diagrammi, infografiche e mappe.

Per rendersi conto di quanto sia diventata importante la comunicazione mediata da immagini basta osservare un sito di un quotidiano o di una rivista (vedi ad esempio i siti del Corriere della Sera, de La Repubblica, di Focus e di Limes). Negli ultimi anni, nei siti internet dedicati alla comunicazione, è stato dato progressivamente più spazio alle foto e a vari tipi di rappresentazione grafica.

In questo articolo vorrei approfondire due modalità di comunicazione mediante le immagini: le infografiche e le cartine tematiche. Continua a leggere

Epidemia del virus Ebola

Ebola virus em.pngImmagine del virus Ebola realizzata con un
microscopio elettronico a trasmissione


L’epidemia del virus Ebola che è in corso ci fa fare un salto indietro nel tempo e ci ricorda quanto l’uomo sia indifeso rispetto ad agenti biologici microscopici (il virus Ebola ha il diametro medio di 60-80 nanometri, milionesimi di millimetro e una lunghezza di circa un micrometro, un millesimo di millimetro). Ultimamente c’è chi ha messo in discussione i vaccini (approfondimenti sui vaccini li trovi nella pagina riguardante il libro “I vaccini dell’era globale“, vincitore del premio letterario di divulgazione scientifica Galileo del 2010) dimenticandosi che questa pratica sanitaria ha permesso di ridurre la diffusione o addirittura ha comportato l’eradicazione di malattie infettive gravi come il vaiolo, la poliomielite e la difterite (se si vuole approfondire consiglio di leggere questo articolo di Dario Bressanini pubblicato nel blog “Scienza in cucina” e guardare questa infografica illustrata anche nel blog Scientificando). L’epidemia di Ebola fa tornare la paura e l’impotenza di quando l’uomo era in balia delle pestilenze e l’unica arma a sua disposizione era l’efficacia del proprio sistema immunitario. Continua a leggere