Potenze di 10 (seconda parte)

Tempo fa avevo inserito un articolo sulle potenze di 10 in cui erano presenti video ed animazioni che aiutavano a visualizzare questo concetto (Potenze di 10 ed ordini di grandezza).

Voglio segnalare ora un altro breve video che tratta lo stesso argomento:
Cosmic Eye
https://www.youtube-nocookie.com/embed/jfSNxVqprvM

Terremoto Centro Italia 24 agosto 2016

earthquake with house

Il terremoto che ha colpito le regioni centrali dell’Italia il 24 agosto 2016 ci ricorda che tutta l’Italia è un paese ad alto rischio sismico (l’epicentro della scossa principale si trovava in una delle zone a maggior rischio, in questa pagina web si può consultare una cartina tematica interattiva che illustra il rischio sismico nei vari Comuni italiani) e ci fa arrabbiare perché, se gli edifici fossero costruiti rispettando criteri antisismici, un terremoto di magnitudo 6.0 non dovrebbe causare danni così gravi (si vedano i seguenti articoli, uno in cui si evidenzia che a Norcia, dove le case sono state messe in sicurezza dopo i terremoti del 1979 e 1997, non ci sono state persone morte o ferite nonostante la vicinanza all’epicentro del sisma e un secondo dove si riflette sulla mancanza, in Italia, di un piano di prevenzione sismica). Continua a leggere

Tavola periodica degli elementi

Il neurologo ed esperto divulgatore scientifico Oliver Sacks (morto il 30 agosto 2015), fin da bambino era appassionato di chimica (come si può leggere nel suo libro “Zio Tungsteno” che racconta le sue esperienze giovanili) e in un articolo del 1999 racconta come fosse rimasto affascinato da una riproduzione della tavola periodica degli elementi vista a dodici anni al Museo della Scienza di Londra.

Esistono varie versioni della tavola periodica degli elementi.
Illustrate:
http://i.imgur.com/AKp3r.jpg


http://www.sciencegeek.net/tables/DeltaBio.pdf

Interattive:
http://online.scuola.zanichelli.it/tavola_periodica_kids/
http://www.learnerstv.com/animation/animation.php?ani=184&cat=chemistry

Con indicati i livelli energetici dei singoli atomi:
http://www.sciencegeek.net/tables/EnergyLevelsTable.png

Arricchite delle immagini delle bandiere delle nazioni dove sono stati scoperti i singoli elementi:
http://deskarati.com/wp-content/uploads/2013/09/periodic-table-countries.jpg

In rete si può inoltre reperire molto altro materiale sulla tavola periodica degli elementi come ad esempio: canzoni, video, puzzle

La tavola periodica degli elementi è ancora così importante che nel padiglione Russia di Expo Milano 2015 c’era un’installazione in cui viene celebrata la tavola periodica degli elementi e vengono evidenziati i cibi prodotti in Russia dove si trovano alcuni elementi (ad esempio potassio nei pomodori, zinco nei semi di girasole, fosforo nei pesci, magnesio nei fagioli, iodio nel caviale…).

Che farfalla è?

Sul balcone di casa ho dei vasi di lantana, una pianta gradita ai lepidotteri, non è raro che venga a farmi visita qualche farfalla (per lo più cavolaie) e qualche falena (in particolare la sfinge colibrì).

Ieri è stato un giorno fortunato perché due bellissime farfalle si sono soffermate a succhiare il nettare dai fiori della lantana consentendomi di immortalarle.

Qualche immagine della prima visitatrice:
https://www.dropbox.com/sh/03a55r394c309m0/AADQUEPvJqU1fKJPbFXoSAdJa?dl=0

E della seconda:
https://www.dropbox.com/sh/ijhrjx1ca4n5ob6/AAD7WKHQZ8wvyrnZQ-sP3Fkja?dl=0

Non conoscevo il nome specifico della prima farfalla e così ho utilizzato questo strumento, “Guida all’identificazione delle farfalle diurne dell’Italia nord-orientaledel sito Dryades (dove si possono trovare guide per l’identificazione di vari organismi: piante, alghe, licheni, funghi, pesci, uccelli e, naturalmente; farfalle; di alcuni strumenti di identificazione esistono versioni per smartphone e tablet e stampabili).

farfalla

Fotografie della farfalla da identificare scattate l’otto agosto 2015 a Padova.

Osservate l’immagine sopra e provate con me ad identifare la farfalla.

Ho aperto in due diverse schede la “Guida all’identificazione delle farfalle diurne dell’Italia nord-orientale” e il “Glossario illustrato” per risolvere dubbi riguardanti la terminologia. Nella pagina “Guida all’identificazione delle farfalle diurne dell’Italia nord-orientale“, per prima cosa ho cliccato sul bottone verde “Identificazione: chiave dicotomica” in fondo alla pagina e ad ogni passaggio ho selezionato l’opzione che descriveva meglio la farfalla. Ho cliccato su “Sono osservabili entrambe le facce delle ali” e poi su “Ala anteriore più corta di 3,5 cm o ala posteriore senza coda”. Successivamente ho scelto l’opzione “Area marginale e sub-marginale di entrambe le ali senza strie nere e bianche/giallo chiare/grigie disposte a zig-zag” e quindi “Margine esterno dell’ala anteriore e posteriore con lobi molto pronunciati”. Cliccando infine su “Faccia inferiore dell’ala posteriore con piccola macchia bianca a forma di L o V” sono arrivata a sapere che si trattava di un esemplare di Polygonia egea (Cramer, 1775).

Se volete esercitarvi ulteriormente potete identificare le farfalle immortalate nelle immagini che potete visualizzare ai seguenti link

Farfalle da identificare:   a,   b,   cd

Curiosi corteggiatori

pavone

Con i ragazzi di terza media abbiamo iniziato a trattare l’argomento riproduzione.

Per riflettere sul costo in termini di energie e tempo della riproduzione sessuata abbiamo considerato alcuni esempi curiosi di corteggiamento.

Guardate questi video sul “moonwalking bird” e sull’uccello lira.