Che farfalla è?

Sul balcone di casa ho dei vasi di lantana, una pianta gradita ai lepidotteri, non è raro che venga a farmi visita qualche farfalla (per lo più cavolaie) e qualche falena (in particolare la sfinge colibrì).

Ieri è stato un giorno fortunato perché due bellissime farfalle si sono soffermate a succhiare il nettare dai fiori della lantana consentendomi di immortalarle.

Qualche immagine della prima visitatrice:
https://www.dropbox.com/sh/03a55r394c309m0/AADQUEPvJqU1fKJPbFXoSAdJa?dl=0

E della seconda:
https://www.dropbox.com/sh/ijhrjx1ca4n5ob6/AAD7WKHQZ8wvyrnZQ-sP3Fkja?dl=0

Non conoscevo il nome specifico della prima farfalla e così ho utilizzato questo strumento, “Guida all’identificazione delle farfalle diurne dell’Italia nord-orientaledel sito Dryades (dove si possono trovare guide per l’identificazione di vari organismi: piante, alghe, licheni, funghi, pesci, uccelli e, naturalmente; farfalle; di alcuni strumenti di identificazione esistono versioni per smartphone e tablet e stampabili).

farfalla

Fotografie della farfalla da identificare scattate l’otto agosto 2015 a Padova.

Osservate l’immagine sopra e provate con me ad identifare la farfalla.

Ho aperto in due diverse schede la “Guida all’identificazione delle farfalle diurne dell’Italia nord-orientale” e il “Glossario illustrato” per risolvere dubbi riguardanti la terminologia. Nella pagina “Guida all’identificazione delle farfalle diurne dell’Italia nord-orientale“, per prima cosa ho cliccato sul bottone verde “Identificazione: chiave dicotomica” in fondo alla pagina e ad ogni passaggio ho selezionato l’opzione che descriveva meglio la farfalla. Ho cliccato su “Sono osservabili entrambe le facce delle ali” e poi su “Ala anteriore più corta di 3,5 cm o ala posteriore senza coda”. Successivamente ho scelto l’opzione “Area marginale e sub-marginale di entrambe le ali senza strie nere e bianche/giallo chiare/grigie disposte a zig-zag” e quindi “Margine esterno dell’ala anteriore e posteriore con lobi molto pronunciati”. Cliccando infine su “Faccia inferiore dell’ala posteriore con piccola macchia bianca a forma di L o V” sono arrivata a sapere che si trattava di un esemplare di Polygonia egea (Cramer, 1775).

Se volete esercitarvi ulteriormente potete identificare le farfalle immortalate nelle immagini che potete visualizzare ai seguenti link

Farfalle da identificare:   a,   b,   cd

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...